Allarme nucleare


Dopo il terremoto di venerdì scorso, cresce l’allarme nucleare attorno alla centrale atomica di Fukushima, in Giappone.
Le autorità hanno avvertito che il livello delle radiazioni intorno alla centrale è allarmante e lo stesso premier, Naoto Kan, ha ammesso che “il pericolo di ulteriori perdite è in aumento”. A Fukushima, alle 10:22 ora locale, sono state accertate radiazioni fino a 400 millisievert vicino all’impianto n.3 del reattore, ossia di 20 volte l’esposizione annuale per i dipendenti dell’industria nucleare e degli operai nelle miniere d’uranio, secondo la World Nuclear Association. Ad essere a rischio sono principalmente gli operai – una cinquantina – che stanno lavorando all’interno dell’impianto della Tepco, la società proprietaria, per cercare di raffreddare i reattori. Secondo Andre’-Claude Lacoste, responsabile dell’Authority per la Sicurezza nucleare (ASN) francese, la vasca di contenimento del reattore numero due “non è più sigillata” e l’incidente alla centrale nucleare giapponese ha ormai raggiunto il livello di gravità 6 nella scala internazionale sui disastri nucleari, che arriva a 7 (a Chernobyl si arrivò a 7 su 7). Insomma, i reattori della centrale stanno, uno per uno, andando fuori controllo. Se la fuoriuscita di materiale radioattivo aumentasse ancora, sarebbe improbabile intervenire ancora per cercare di fermare la catastrofe.
Il capo dell’Agenzia Intrenazionale per l’Energia Atomica ha detto che pi potrebbe essere la “possibilità di danni al nocciolo” al reattore numero 2.

L’emergenza ancora fuori controllo ha riacceso il dibattito sull’atomo in tutto il mondo.
L’Europa ha deciso di effettuare test di resistenza, su base volontaria, sulle centrali; la Germania ha chiuso per tre mesi le sue sette centrali nucleari più vecchie. In Svizzera il ministro dell’ambiente, dei trasporti, dell’energia e delle comunicazioni, Doris Leuthard, ha fatto sapere in un comunicato che “verranno sospese le tre procedure delle domande di autorizzazione per le nuove centrali nucleari finché non sarà stata fatta un’analisi approfondita degli standard di sicurezza”. Ancora in Russia, dove cresce la paura della contaminazione nell’estremo oriente per l’arrivo di una nube tossica dal Giappone, Putin ha deciso di riordinare il settore.
“L’incidente nucleare in Giappone non influenzerà la politica energetica della Spagna”, ha invece comunicato il governo spagnolo. Per il ministro dell’Ambiente Rosa Aguilar questo “Non è il momento giusto” per discutere la sorte delle centrali nucleari in Spagna.
E l’Italia? Per il paese sarebbe “inimmaginabile tornare indietro su un percorso già attivato, quello che porterà al ritorno dell’energia nucleare in Italia”, secondo il ministro dello Sviluppo Economico Romani. “Esclusi rischi nucleari per la popolazione italiana – si è affrettato a dichiarare il ministro della Salute Ferruccio Fazio – I miei esperti escludono che ci sia qualsiasi tipo di rischio sia per quello che sta avvenendo in Giappone, sia di nubi, sia di attraversamento della crosta terrestre”.
Il ministro dell’ambiente Prestigiacomo in un comunicato ha assicurato che dal Governo non arriveranno “mai decisioni che possano mettere a rischio salute e sicurezza dei cittadini. A noi sta a cuore l’indipendenza energetica dell’Italia, ma prima e di più sta a cuore la salute e la sicurezza dei cittadini e non sarà mai assunta alcuna decisione che la possa metterle a rischio”. Alle sue dichiarazioni è arrivata pronta la replica del presidente nazionale dei Verdi Angelo Bonelli. “Mentre tutti si sono fermati a valutare la Prestigiacomo continua nel dire che l’Italia deve andare avanti con il suo programma nucleare – ha detto – nonostante il nostro territorio sia in gran parte sismico e afflitto da oltre 500 mila frane. La Prestigiacomo è diventata il portavoce delle lobby nucleari?”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: