Il nucleare ritorna nel Lazio?


Cittadini, amministratori locali e ambientalisti sono assolutamente contrari al ritorno del nucleare nel Lazio.
La localizzazione di una centrale nucleare a Montalto di Castro, in provincia di Viterbo, e un deposito nazionale a Borgo Sabotino, in provincia di Latina, sarebbero per ora solo delle ipotesi che, come scrive oggi il ”Sole 24 Ore Roma”, hanno scatenato l’opposizione della popolazione.
Gli abitanti di Borgo Sabotino fanno sapere di aver «già dato». Proprio qui negli anni 60 è stata costruita e messa in funzione la prima centrale nucleare italiana che oggi è in corso smantellamento. L’ipotesi, quindi, di un deposito nazionale per i materiali contaminati è fuori discussione per i cittadini che hanno paura che in questo deposito vengano gestiti i rifiuti radiattivi di tutto il territorio nazionale e non solo quelli dell’ex centrale.

Domani 3 marzo davanti a Montecitorio ci sarà un presidio per chiedere di accorpare i referendum sull’acqua e nucleare con le elezioni amministrative che dovrebbero svolgersi a maggio.
L’appuntamento è alle 11 a Piazza Montecitorio.
Per adesioni scrivere a segreteria@fermiamoilnucleare.i
www.fermiamoilnucleare.it

Altre info: it.wikipedia.org/wiki/Centrale_elettronucleare

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: