Processo Bassolino telecamere e radio off limits

20080521-bassolino

Sono solo quattro le udienze del processo contro Antonio Bassolino e altri 27 imputati accusati di irregolarità nella gestione del ciclo dei rifiuti (tra cui i vertici di Impregilo), che si possono vedere e ascoltare. Tutte sul sito di Radio Radicale, www.radioradicale.it.

Le videoregistrazioni arrivano fino al 24 settembre, perché, da quando le udienze sono state trasferite dal Palazzo di giustizia all’aula bunker del carcere di Poggioreale, telecamere e microfoni sono off limits. E’ una “questione di sicurezza”, ha commentato il procuratore generale Vincenzo Galgano che ha preso la decisione. “Dubito sia per motivi di sicurezza perché in tal caso non si capirebbe perché sono permesse le riprese, nella stessa aula bunker, di tutti gli altri processi in corso”, scrive sul suo blog il giornalista Daniele Martinelli che ricorrerà al Tar della Campania contro il provvedimento.

“Ieri ero a Napoli per realizzare il servizio dell’udienza, mi sono presentato all’ingresso del carcere di Poggioreale per accedere con la mia videocamera nell’aula bunker, in cui si stanno tenendo le udienze per mancanza di altri spazi – scrive Martinelli – Oltre a me, all’ingresso del carcere c’erano 3 colleghi dei giornali cartacei e un tecnico di radio Radicale, armato di un piccolo registratore. Ci hanno fatto riporre tutto nelle cassette di sicurezza all’ingresso. Non soltanto registratori e videocamera ma anche i telefoni cellulari e persino i computer. Ci hanno chiesto i documenti per registrare i dati personali quindi ci hanno lasciato entrare come pubblico, armati solamente di carta e penna.
Tutti gli altri, perlopiù avvocati e qualche imputato, 80 persone in tutto, sono entrati a sfilata come si usa nei ricevimenti. Saluti e strette di mano confidenziali con i poliziotti all’ingresso, ma soprattutto con i loro computer e telefonini che durante il dibattimento squillavano a destra e a manca”.

E’ notizia di pochi giorni fa che un’eccezione di nullità sollevata dalla difesa di Bassolino potrebbe arrestare il processo. A sollevarla è stato l’avvocato Claudio Botti, legale di Giuseppe Sorace, uno degli ex responsabili unici del Commissariato di governo per l’emergenza rifiuti in Campania.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: