Rifiuti tossici a Crotone. Acquedotto a rischio

Perquisizioni domiciliari a carico dei sette indagati nell’inchiesta dei rifiuti pericolosi usati in opere pubbliche sono questa mattina su disposizione della Procura di Crotone. Gli inquirenti al lavoro per verificare anche quanto raccontato dai dipendenti dell’ex Pertusola Sud, l’azienda da cui provenivano i materiali pericolosi non smaltiti secondo le norme ma nascoste nelle fondamenta di scuole, strade e altre opere pubbliche del crotonese.

Il provvedimento di sequestro segue quello emesso un mese fa circa che imponeva i sigilli a 18 aree dislocate tra Crotone, Cutro e Isola Capo Rizzuto. Nel decreto di perquisizione sono contenute le dichiarazioni di ex dipendenti della Pertusola Sud e di altre aziende coinvolte nell’inchiesta.

Secondo una nuova ipotesi della procura, inoltre, i rifiuti potrebbero essere stati utilizzati anche nella costruzione dell’aeroporto di Reggio Calabria e per la condotta idrica di Crotone.

Annunci

2 Risposte

  1. Fantastico…questa terra maledetta proprio non riesce ad alzare la testa…sigh

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: