Sabato 19 «mobilitazione diffusa» per la Campania

L’esercito è al lavoro a Napoli, ripulisce le strade. Il governo dibatte in aula in cerca di trovare un capro espiatorio [Impregilo] e battibecca tra i banchi. De Gennaro continua le sue riunioni e da ieri si confronta anche con una nuova «unità di crisi». Le scuole sono chiuse, gli studenti costretti a «vacanze forzate». Pianura è ancora sommersa dalla spazzatura. Giorni fa quando Napoli è stata colpita da un nubifragio gli abitanti raccontano che i sacchetti galleggiavano.
La vita sotto il tendone verde del presidio continua ma oggi si è spostata in piazza Garibaldi alla manifestazione organizzata dal «Coordinamento no alla discarica» [aggiornamenti sul sito]. Nel frattempo, sempre questa mattina, dopo settimane e settimane in cui i rifiuti non raccolti stanno sommergendo le strade e scuole del quartiere di Chiaiano, i cittadini di Cupa Spinelli hanno dato vita ad una serie di blocchi nel quartiere di Chiaiano. Centinaia di persone sono scese in strada, insieme agli attivisti del Laboratorio occupato Insurgencia e della Rete campana salute e ambiente. Dietro lo striscione «Giù le mani dalla nostra terra» hanno espresso la loro solidarietà con la lotta dei cittadini e dei comitati di Pianura, contro la riapertura della discarica dei Pisani e le lotte contro mega discariche ed inceneritori, reclamando l’avvio immediato della raccolta diffrenziata porta a porta in tutta la regione a cominciare proprio da Napoli.

Sabato 19 gennaio invece sarà la volta della «manifestazione diffusa» organizzata dal Patto di Mutuo Soccorso «a sostegno delle popolazioni campane e per una nuova politica dei rifiuti».
Ogni singola realtà che aderisce al Patto manifesterà in vari modi.
Ci saranno momenti informativi, presidi davanti le prefetture e le sedi Rai, cortei e fiaccolate «guardando oggi alla Campania come ieri a Vicenza o alla Valsusa, in un unico sforzo in difesa dei beni comuni».

Iniziamo dal comitato No tav della Valle di Susa che domani mattina alle 10,30 ha organizzato un presidio davanti alla sede regionale della Rai di Torino «per denunciare il ruolo di mala-informazione compiuto quotidianamente; la censura e la criminalizzazione delle lotte per la difesa della salute e del territorio; l’asservimento ai poteri politici ed economici che governano l’Italia e il mondo e per pretendere un’informazione libera e corretta» [www.notavtorino.org].
Anche l’Assemblea No Fly di Campino [Roma] organizza un presidio [in mattinata, luogo ancora da stabilire] dove sarà distribuito materiale informativo autoprodotto che metterà in collegamento «la ‘nostra’ nocività [il kerosene degli aerei] con altre nocività [rifiuti, inceneritori, discariche]», dicono i No Fly [www.no-fly.info].

Ci sarà un presidio anche in Toscana, a Siena, in piazza Postierla alle 16 e da Pisa il Comitato «NonBruciamoci» fa sapere che «Bassolino e tutti gli altri commissari governativi in dieci anni non sono riusciti a fare neanche un grammo di raccolta differenziata, ma a dilapidare soldi nella produzione di ecoballe che possono solo essere bruciate o messe in discarica regalando ancora i nostri soldi a chi cinicamente è disposto a prenderli: la monnezza è l’affare del secolo, ma non per noi che dobbiamo soltanto subire gli effetti dannosi degli inceneritori e delle discariche».
Il comitato NonBruciamoci ha organizzato, con la collaborazione del circolo Prc Gramsci, allo spazio antagonista Newroz e al Comitato no gas offshore di Pisa, un presidio alle 10 davanti all’inceneritore di Ospedaletto perchè, dicono, «Se non respingiamo con forza il tentativo di chi l’emergenza l’ha creata per far passare con la forza oggi inceneritori e discariche, il ‘modello campano’ potrà essere esportato presto in tutta la penisola per far accettare alle popolazioni con la minaccia impianti nocivi insostenibili e costosi».
Anche il Presidio permanente «No discariche» di Grottaglie [Taranto] aderisce alla giornata con una assemblea pubblica che si terrà alle 18 in piazza Principe di Piemonte [presidiopermanente.blogspot.com].

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: