Muoiono altri tre operai. E il Colosseo si illumina

Si riunisce oggi al Senato la Commissione di inchiesta sulle «morti bianche». Quella di oggi è un’audizione delicata perché saranno sentiti l’ingegnere Salerno e il dottor Ferrucci e Cafueri sulle morti degli operai dell’acciaieria alla ThyssenKrupp di Torino.
Ai cinque operai della ThyssenKrupp oggi se ne aggiungono altre, come in un bollettino di guerra: Venezia, Checchina [Roma], Valenza.

Maurizio era un operaio, lavorava all’Arsenale di Venezia, ha perso la vita mentre con altri operai guidava un «muletto», una sorta di carrello che serviva a spostare alcune travi del cantiere. È stata proprio la caduta di una di queste pesanti travi, accatastate in attesa di essere spostate, a travolgerlo, mentre gli altri operai sono riusciti a mettersi in salvo. Maurizio è morto sul colpo, aveva 55 anni.
«A fronte dell’ennesima morte sul lavoro nel Veneto non possiamo tollerare che prevalga l’indifferenza conseguente all’idea dell’ineluttabilità di questi eventi, che invece vanno contrastati con la prevenzione e l’impegno di tutti» – ha commentato Patrizio Tonon, segretario regionale della Cgil che ha promosso una giornata di sciopero nei cantieri per venerdì 14 dicembre.
«Credo che comunque le associazioni delle imprese dovrebbero chiedere, assieme a noi – continua Tonon–più risorse a sostegno della vigilanza e dei controlli nei cantieri, oggi al di sotto del 10 per cento mentre in base all’accordo Stato Regioni questa capacità ispettiva dovrebbe essere almeno doppia. Purtroppo sono ancora largamente insufficienti le figure dei Rls [rappresentanti dei lavoratori alla sicurezza] di cantiere e di territorio e questo non permette un intervento diretto dei lavoratori a tutela della loro integrità fisica. Questa e’ una lacuna che va immediatamente colmata».
Sulla vicenda la vicepresidente dei Verdi Luana Zanella ha annunciato la presentazione di una interrogazione parlamentare. «Purtroppo – ha detto Zanella–non è la prima volta che la nostra città viene colpita da questi lutti e ciò non è accettabile. Spero che quanto prima siano accertate le eventuali responsabilità e che il ministro del lavoro intervenga per verificare l’osservanza delle norme sulla sicurezza che esistono e che vengono troppo spesso e colpevolmente disattese».

A Cecchina, in provincia di Roma, ha perso la vita un altro operaio, aveva 22 anni. Anche lui colpito a morte, questa volta dai tubi che stava manovrando con l’aiuto di alcune corde per la costruzione di una rete fognaria. Anche per lui non c’è stato niente da fare nonostante i soccorsi rapidi.
Oggi è morto anche Franco, anche lui era un operaio. Lavorava all’interno della fornace San Marco Terreal Italia a Valenza che produce, tegole marsigliesi, olandesi, portoghesi, coppi, tegole solari e accessori per tetti. È rimasto schiacciato tra due carrelli di trasporto del materiale. Per ora l’azienda che conta più di duecento dipendenti è stata posta sotto sequestro dal procuratore di Alessandria, Michele Di Lecce.

Secondo i dati diffusi lo scorso 17 dicembre dall’Inail, l’Istituto nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro, gli incidenti mortali sul lavoro nei primi nove mesi del 2007 sono stati 965, nel 2006 erano stati 985. Il rapporto ha diffuso anche i dati sugli infortuni, 689.926 casi per i primi mesi del 2007, a fronte dei 700.490 dell’anno passato.
In particolare nel Lazio dall’inizio dell’anno i morti sono stati 58, mentre gli infortuni denunciati sono oltre i 49 mila.
Per dire «Mai più» e fermare questa strage il mondo del lavoro Roma si fermerà oggi pomeriggio.
I lavoratori romani che aderiscono ai tre sindacati [Cgil Cisl e Uil] infatti incroceranno le braccia per due ore per poi partecipare alla fiaccolata prevista alle ore 18,30 al Colosseo. Il monumento a partire dalle 19 sarà illuminato, come per i condannati a morte, per testimoniare la solidarietà di tutta la comunità romana ai familiari dei morti sul lavoro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: